Arras tessuti a mano

Handmade in Venice

da dove verrà mai il telaio…

Lascia un commento

telaio orizzontale

Il telaio orizzontale sembra sia nato in Oriente, da dove si crede ci sia pervenuto anche il sistema della tessitura a licci.

I vari telai usati nell’antichità per tessere la tela, si possono dividere in tre categorie: telai senza licci, telai con un liccio, telai con due licci.

Uno dei più semplici ed antichi telai a licci é stato trovato in India, consisteva in due bastoni uno per l’ordito e l’altro per il tessuto e due licci con movimento a pedale. La spola serviva sia da spola che da pettine per l’inserimento e per premere la trama contro il tessuto, essa aveva l’aspetto di un grande ago per reti, un po’ più lungo del tessuto.

La tessitura a più licci per ottenere tessuti con piccoli disegni si è sviluppata prima dell’invenzione della macchina Jacquard.

Nel 1775 il tessitore Ponson inventava un telaio a licci detto ad agganciamento, che permetteva di tessere alternativamente due armature sullo stesso tessuto, manovrando più corde.   Il telaio aveva 8 licci e 8 leve, permetteva la fabbricazione di stoffe quadrettate.

Nel 1798 Verzier inventava un telaio a licci detto a legatura che poteva montare fino a 80 licci. Questi sistemi furono abbandonati con l’invenzione della macchina Jacquard nel 1801.

L’inserzione della trama tramite gomitolo, bastoncino, spatola, arrivò ad un punto importante per l’introduzione della spola nella navetta.

All’inizio veniva fatta a mano, poi nel 1733 Kay inventò la navetta volante, rendendo più facile il tessimento di tessuti alti. La navetta entra in due cassette ai lati del battente munite di tacchetti e veniva lan­ciata da una parte all’altra a mezzo di corde manovrate dal tessitore.

Nel 1760 il figlio di Kay inventò il sistema per Lavorare a più navette.

la navetta volante di Kay

Diciamo che il primo telaio meccanico è nato nel 1785 ed è stato brevettato da Cartwrigt.

A lui si devono le principali invenzioni: il fermo automatico per la rottura dell’ordito e della trama, i regolatori del tessuto e del­l’ordito, il movimento della battuta e della cassa battente.

Questi telai meccanici potevano inserire circa 40/50 mt. di trama al minuto; attual­mente con i telai a getto d’aria si possono inserire circa 2400 mt. al minuto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...